«Verona, “El Dorado” delle mafie. E la politica dorme»

24/05/2016 - www.vvox.it

«Parlano di tutto. Degli anziani messi a guardia dei cantieri ai chilometri dell’auto del sindaco. Ciò di cui la politica veronese non discute è che la Camorra e le mafie sono in mezzo a noi e stanno distruggendo il nostro tessuto economico. Usura ed estorsione: quando arriveranno gli omicidi poi ci sveglieremo. Purtroppo allora sarà troppo tardi». Così Michele Croce, candidato sindaco di Verona Pulita, ha commentato i numeri e le mappe aggiornate contenute nello studio “Le mafie liquide in Veneto. Forme e metamorfosi della criminalità organizzata nell’economia regionale”, realizzato da Unioncamere Veneto e Libera.

«Verona in tutta la Regione è seconda solo a Venezia per beni confiscati, ben 54. Tutto ciò in una provincia in cui nessuno ascolta gli allarmi della Prefettura e della Dia. Non possiamo più tollerare il silenzio assordante (e forse imbarazzato) da parte del sindaco Tosi e della politica veronese di fronte a questi dati: anziché lanciare l’allarme e alzare barricate amministrative e culturali, si continua a sottovalutare tutto ciò. Chiediamo aiuto alle istituzioni nazionali, alla magistratura e alla Prefettura, perché di questo passo diventeremo l’El Dorado delle mafie», conclude Croce.

Author: libero vicentino

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>