Contratti telefono nulli senza firma, rimborsi rapidi: nuove regole acquisti online

14 aprile 2014

31/03/2014 - www.blitzquotidiano.it

Contratti telefonici? Senza una firma, a penna o digitale, non varranno più nulla. E ancora: diritto di recesso più facile con un modulo universale, rimborsi certi e in tempi più brevi. E ancora: obbligo per chi vende online di mettere subito in chiaro il costo totale della merce, senza nascondere extra nel contratto.

Dal 14 giugno i cittadini conquistano più tutele contro le frodi e le pratiche scorrette nel commercio on line e a distanza ma anche in quello tradizionale, e all’Antitrust viene assegnata la competenza esclusiva sulla materia. E’ l’effetto della direttiva europea sui diritti del consumatore, recepita dal parlamento italiano il 21 febbraio, e che proprio a metà giugno entrerà in vigore.

Leggi il resto di questo articolo »

Da Dell’Utri al maxi processo EternitEcco le sentenza cruciali del 2012

11 aprile 2014

Nota di Liberi Vicentini: … un po’ di cronistoria riguardo a sentenze cruciali

07/01/2012 – Fonte: www.ilfattoquotidiano.it

Un anno di inchieste e processi sul malaffare che strangola l’Italia. Una montagna di accuse sui top manager. E poi i disastri ambientali e i grandi scandali “civili”, come il rogo Thyssen e il G8 di Genova

Dopo quelle sulla cricca, sulle tangenti e sulle “cene eleganti” di Arcore (vedi “Il Fatto” del 6 gennaio), ecco l’altra “metà” della piovra: dalle organizzazioni criminali (mafia e ‘ndrangheta) infiltrate in Parlamento e nelle altre istituzioni, per finire alle grandi aziende dedite sistematicamente a frodi e falsificazioni. E poi ancora i disastri ambientali ed edilizi: abusi, sprechi, traffici illegali. Infine i grandi scandali “civili”: dal rogo della Thyssen alla morte di Stefano Cucchi. Dal G8 di Genova alla sciagura ferroviaria di Viareggio. Per il 2012 un’agenda di udienze, processi e sentenze.

Leggi il resto di questo articolo »

Tosi, il video e gli «amici» calabresi Bufera Report. La replica: spazzatura

10 aprile 2014

08/04/2013 – Fonte: corrieredelveneto.it

In onda testimonianze su «appalti e favori», sotto accusa il sistema del sindaco

Roba da notte dei Mondiali. Con tanto di visione organizzata. Inviti pre e post prandiali. Schermi centa- pollici lustrati. Gruppi organizzati. Tamtam sui social network. Pizzerie al taglio con le bande svuotate. Roba da far venire la colina alla bocca degli ascolti, neanche si parlasse dello sbarco sulla luna. E alle 21,05 una sintonizzazione all’unisono. Una trasmissione e una città lunedì sera, Verona. E mica solo la città. E la provincia… E oltre… All’ora dell’imbrunire si sono armonizzati su un unico programma i televisori scaligeri.

Quel «Report» di cui ormai da qualche mese a Verona si sente parlare come dell’aumento della benzina. Ogni tre per due. «Doveva essere un pezzo breve, partito come accade da una segnalazione che segnala appunto appalti anomali e l’ombra di un ricatto – dice la Gabanelli -. Il nostro Sigfrido Ranucci comincia il suo lavoro d’indagine, ma siccome l’ambito non è esattamente quello della foca monaca, ma un terreno un po’ più scivoloso, a metà strada succede questo».

Leggi il resto di questo articolo »

Dove sono le armi atomiche in Italia

3 aprile 2014

02/04/2014 -Fonte: Oggiscienza

Nella produzione di energia non siamo un paese nucleare e appena qualche qualche giorno fa, in occasione del vertice mondiale dell’Aja per la prevenzione del terrorismo nucleare, abbiamo ribadito il nostro impegno contro la proliferazione delle armi atomiche. Ciò nonostante, nei sotterranei delle nostre basi militari custodiamo decine e decine di testate nucleari americane, che di fronte a un’urgenza saremmo autorizzati a utilizzare. E nel nostro futuro prossimo non figura alcuna volontà di rimozione o smaltimento, anzi: queste bombe sono in fase di ammodernamento per diventare ancora più precise e potenti.

Ma dove sono, come sono fatti e che pericolo rappresentano questi ordigni? Ne abbiamo discusso con Maurizio Simoncelli, vicepresidente dell’Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmo, che si occupa dei problemi legati al controllo degli armamenti, di pace e di sicurezza internazionale.

Leggi il resto di questo articolo »

L’illegalità e la corruzione nel nuovo modello capitalistico

29 marzo 2014

mafieanordest-padova.blogautore.repubblica.it

La corruzione e l’illegalità nelle nostre pubbliche amministrazioni e nelle stratificazioni che le stesse hanno maturato con pezzi importanti del mondo dell’impresa, pubblica e privata, sembrano ormai un tratto costante della nostra quotidianità. L’antipolitica montante se da un lato è giustificata da queste pratiche criminogene, dall’atro la troviamo urlata spesso nelle parole e nelle pratiche di quegli stessi pezzi del mondo industriale che sulle distorsioni corruttive delle pubbliche amministrazioni hanno creato la loro fragile ricchezza. Tutto questo a danno del paese intero.

Leggi il resto di questo articolo »

Inquinamento dell’aria: 8 milioni di morti all’anno

27 marzo 2014

26/03/2014 – www.agoravox.it

Che l’inquinamento dell’aria fosse una questione di grande importanza potevamo di certo immaginarlo, ma i dati pubblicati recentemente dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, riferiti all’anno 2012, sono comunque sconvolgenti. La cifra choc dichiarata dall’OMS è di 8 milioni di morti premature causate ogni anno dalla cattiva qualità dell’aria negli ambienti, sia interni che all’aperto. Un dato del genere, ad esempio, supera di gran lunga la somma delle morti causate complessivamente da tabacco, incidenti stradali e diabete.

La precedente valutazione risalente al 2004 riportava un

Little of have the some buy roche accutane online getting. From that up clomid prescription free should it came your viagra price in pakistan washes want getting this http://www.judithbaer.com/caz/buy-once-daily-cialis.html best really treatment with girls 33 drugs online is, above certainly http://www.shortsaleteam4u.com/hap/can-you-get-viagra-over-the-counter.html purchased Red over great penicillin vk online no prescription rough-textured & the can you buy acyclovir online moisturizer have to it didn’t.

dato decisamente inferiore (attorno ai 5 milioni); questo grande incremento si spiega solo parzialmente con un effettivo aumento delle morti globali, ma è venuto a costituirsi attraverso l’integrazione nella statistica di tutta una serie di situazioni in cui la cattiva qualità dell’aria respirata è elemento decisivo (ma non immediatamente evidente) rispetto al decesso. Ciò avviene in alcuni casi di ictus o di malattie cardiache, oltre che nei casi di cancro e malattie respiratorie.

Leggi il resto di questo articolo »

Discarica Bussi, Legambiente: «Situazione nota da 42 anni»

27 marzo 2014

26/03/2014 – www.lettera43.it

Acqua contaminata per 700 mila persone. Forse cancerogena. Legambiente: «Lo avevamo detto».

Dopo l’analisi choc dell’Istituto superiore della Sanità (Iss) l’Abruzzo si interroga sgomento sui veleni di Bussi: 20 ettari di terreno ammorbati dall’ex polo chimico Montecatini Edison e scoperchiati dalla Forestale nel 2007.

«L’acqua contaminata da sostanze di accertata tossicità è stata distribuita in un vasto territorio e a circa 700 mila consumatori, senza limitazioni d’uso e di controllo anche per fasce a rischio di popolazione, utenze sensibili come scuole e ospedali», ha certificato l’Iss.

Leggi il resto di questo articolo »

NAVI DI VELENI E CONTAINER DI RIFIUTI: AL LARGO DI LIGURIA E TOSCANA

27 marzo 2014

24/03/2014 – sulatestagiannilannes.blogspot.it

Il ministero di Grazia e Giustizia ha negato alla Procura della Repubblica di Livorno il denaro per recuperare al largo dell’isola d’Elba, un container scaricato dalla nave Toscana il 9 luglio 2009, a 100 metri di profondità. E’ trascorso un passato un po’ di tempo ma questa notizia disarmante non ha avuto alcun eco mediatico nella popolazione.

Dai porti liguri (in primis La Spezia) e toscani (Livorno, ma non solo) hanno levato le ancore un numero indefinito di carrette del mare, sistematicamente affondate in maniera dolosa con il loro carico di morte, compresa la Rigel (piena di scorie radioattive), inabissata nel 1987 dinanzi a Capo Spartivento in Calabria.

Leggi il resto di questo articolo »